fusilli lucani sono un formato di pasta fresca tipico della Basilicata (ma anche della Calabria) che si ottiene attraverso l’utilizzo dell’apposito ferretto. Si tratta dei cosiddetti “maccheroni filati”, ben diversi dai “fusilli ad elica” che si trovano nei supermercati della grande distribuzione.

In questa preparazione ho impiegato della pasta secca acquistata.

INGREDIENTI per 2 persone:

– 180 gr di fusilli (pasta secca)
– 5 peperoni cruschi
– olio evo qb
– una fetta di pane fresco (preferibilmente di grano duro – meglio se tipo Matera o Altamura)
– ricotta salata qb (ricotta secca, stagionata)
– sale qb
– 1 spicchio di aglio

PROCEDIMENTO:

– mettere a scaldare l’acqua per la pasta
– strofinare con un panno asciutto i peperoni
– sminuzzarli grossolanamente con le forbici e tenerli da parte
– ridurre in piccoli cubetti la fetta di pane fresco avendo cura di mantenere anche le briciole
– scaldare il fondo di una padella antiaderente
– versarvi la mollica di pane e lasciarla tostare per qualche secondo
– irrorarla con un filo d’olio evo e mantecare lasciando dorare i crostini per qualche altro secondo
– tenere la mollica croccante da parte

– calare la pasta in acqua bollente e salata

– scaldare 5/6 cucchiai di olio evo in una capiente padella
– soffriggervi lo spicchio d’aglio
– rimuovere l’aglio
– quando l’olio sarà bollente, inclinare leggermente la padella (vedere foto) e friggervi rapidamente i peperoni cruschi

NOTA: i peperoni secchi tendono ad annerire velocemente ed all’improvviso. Friggerli, quindi, facendo molta attenzione.

– scolare i peperoni ben croccanti (avendo cura di mantenere l’olio in padella) e farli raffreddare
– sbriciolarli rapidamente tra i polpastrelli ed aggiungerli alle briciole di pane

– scolare la pasta molto al dente e saltarla in padella con l’olio insaporito di aglio e peperoni
– aggiungere un mestolo d’acqua di cottura e lasciare che la pasta “leghi” per qualche secondo
– spegnere il fuoco
– aggiungere 2/3 di peperoni e mollica croccante e mantecare
– impiattare ultimando con la restante mollica e polvere di peperone
– servire spolverizzando abbondantemente di ricotta salata

Ricetta tratta da: http://www.profumodicannella.ifood.it/